LAnotaMAGGIORE

testi e accordi dei miei pensieri

Cristina Donà tra natura e musica

A 2060Cristina, ha abbandonato la dimensione caotica della città per vivere a contatto con la natura. Quanto la aiuta questa scelta a livello compositivo?
“Sono ormai vent’anni che vivo lontana dalla metropoli e credo di aver risentito degli effetti positivi di questa scelta di vita. Generalmente si associa all’ambiente urbano la maggiore possibilità di avere spunti emozionali. Per quanto mi riguarda ho trovato la mia dimensione ideale là dove c’è possibilità di “fare spazio attorno a sé”. Ne avevo bisogno. Ho potuto liberare quella creatività che era ancora in uno stato embrionale”.

Come descriverebbe il percorso evolutivo della sua carriera e del suo stile, dal primo album “Tregua” a “Torno a casa a piedi”?
“Nei primi lavori prestavo molta attenzione ai testi e meno alla musica. Mettevo le parole davanti a tutto. Cercavo di descrivere stati d’animo più che raccontare storie. Successivamente ho sentito il bisogno di concentrarmi sull’aspetto musicale e ho deciso di condividere il mio lavoro con altri artisti. E’ nata così la mia collaborazione stabile con Saverio Lanza. Ovviamente, col passare del tempo è cambiato anche il mio modo di scrivere. Ho capito che la profondità non va ricercata a tutti i costi nell’astrattezza, ma nelle cose semplici che non si dimenticano e che ritornano anche a distanza di anni”.

C’è un punto di contatto tra la composizione di canzoni e il suo diploma in scenografia?
“La predisposizione a descrivere la realtà per immagini. Riuscire a osservare il mondo attraverso i particolari, attraverso la combinazione degli opposti e i contrasti. Avere la possibilità di narrare con l’ausilio del linguaggio poetico”.

Tempo fa ha prestato la sua musica a “Uomini e cani”, monologo di Marco Paolini tratto da tre racconti di Jack London. Che emozioni le ha lasciato quella storia?
“E’ stata un’esperienza artistica ed umana meravigliosa, commovente. L’esibizione si tenne sulle Alpi Orobie. Quattromila persone arrivarono sul posto in silenzio dopo un’ora di cammino tra i boschi. Credo che la fruizione artistica combinata con la natura sia una formula vincente”.

Qual è la figura che ha segnato in maniera decisiva la sua carriera?
“Potrei fare molti nomi, ma su tutti spicca quello di mio marito, lo scrittore Davide Sapienza. All’inizio del mio percorso, quando eravamo solo amici, mi convinse che non potevo fare la scenografa per tutta la vita, ma che dovevo dedicarmi alla musica”.

Il nome dell’artista con cui vorrebbe collaborare?
“Il sogno sarebbe avere al mio fianco Brian Eno”.

Si parla sempre più spesso di musica indipendente, a volte in maniera inappropriata. Lei si sente indipendente? E se sì, da cosa?
“Mi viene in mente una canzone dell’ultimo album di Niccolò Fabi. Sì, mi sento indipendente per quanto concerne le scelte artistiche. D’altro canto, non mi piacciono i limiti concettuali di quanti associano l’indipendenza al rifiuto categorico delle major. Non condivido l’idea degli artisti che preferiscono rivolgersi a pochi solo per sentirsi “indipendenti”. Non credo nei vincoli, ma nella libertà artistica e nella qualità”.

Quanto è difficile attualmente in Italia fare della musica la propria professione?
“Bisogna essere pronti a fare dei sacrifici, è importate non sentirsi mai soli. Per quanto si possa pensare che gli artisti siano dei privilegiati, in Italia esistono poche forme di tutela. D’altro canto, non ci si può arrendere, c’è una tradizione da portare avanti”.

(articolo pubblicato su Nuovo Quotidiano di Puglia in data 22.03.2013)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: